venerdì 2 maggio 2014

27.04.2014 - 1^ RIMINI MARATHON di L. Zubiani

Eccoci di nuovo! Quest’anno la scelta per la maratona e’ caduta su Rimini, un po’ per la piadina romagnola, un po’ per passare a salutare dei nostri amici che vivono li e non, per ultimo, per fare una capatina in spiaggia con i miei “accompagnatori”. Eh si!, perche’ squadra che vince non si cambia, e quindi il gruppo vacanze si mette in viaggio alle 6 di venerdi mattina, sfidando qualsiasi partenza intelligente! In più quest ’anno, sabato ci raggiunge anche Emi, bello, quasi al completo!!!
Sabato mattina ritiro dei pettorali presso l’arco di Augusto di Rimini da dove partira’ la maratona, iscrizione per Emi alla 9 km e poi, visto la giornata splendida che era diventata, via in spiaggia!!!


Ecco il gruppo vacanze impegnato in complicati esercizi di stretching…e idratazione pre gara….




Ma eccoci al gran giorno! Sveglia all’alba, perché comunque di dormire non ce n’è, come al solito, e quindi si prende tempo per fare colazione. Il sole sta gia’ salendo, le previsioni danno sole con 20 ° fino alle 12, poi dovrebbe fare qualche piovasco, meglio così! 
Alle 7.45 , dopo la colazione a base di brioscia di Emi, siamo gia’ all’Arco con i primi maratoneti, foto di rito e qualche saluto ad alcuni marziani
Manca ancora una mezz’ora e costringo Massi e Emi a fare un minimo di riscaldamento…non so se Emi avrà recuperato poi con qualche bombolone per lo sforzo. Alla partenza siamo in circa 1200 iscritti, come prima edizione ci sta, molto intima, nessun “trop runner” ma tanta bella gente, anche se cazziano subito Massi “perche’ il pettorale non lo si deve mettere sul pantaloncino, altrimenti "ti squalificano”,(per inciso, tutto in romagnolo pataccoso).. Ed eccoci allo sparo! Emi ci accompagna per i primi 500 metri e poi si ferma per fare le foto, davanti a noi i gruppi degli accompagnatori di carrozzine. Saluto Massi che cercherà di seguire i pace delle 4.45 e raggiungo i pace delle 4.15, mio obiettivo per quest’anno. Il percorso e’ molto bello, attraversa tutta Rimini e poi si butta su un lungo rettilineo che porta , a ridosso del mare fino ad Igea. Il sole c’è, ma la brezza che viene dal mare non lo fa pesare, c’è molta gente per strada ad incitare,anche dei simpatici degenti di una casa di riposo della riviera, di sicuro piu’ di quella che ho trovato a Milano. Ad Igea si gira verso l’entroterra e si va verso Sant’arcangelo di Romagna. Il paesaggio cambia, altrettanto bello e diventa tutto verde, si passa in mezzo a dei piccoli paesini di campagna,ponticelli sui canali e si affrontano piccole salite, che a me sembrano sempre insormontabili dopo un po’ di km , ma stando col gruppo sembra un po’ piu’ facile. Ma poi, come al solito, arriva il mio di muro…ai 33 non ce n’è più’ per nessuno, perchè scopri di avere ossicine e muscoli che ti fanno male che non sapevi di avere e vorresti strapparti le unghie dei piedi dal fastidio che ti danno…ma la maratona comincia qui, dicono, quando buttando fuori aria cerchi di convincerti che il dolore passa, e quando vedi che chi ti sorpassa rallenta un po’ per permetterti di stargli dietro. Rallento un po’ e si continua, al 38° penso che alla fine mancano solo 5 km, è come se uscissi di casa a fare un riscaldamento… arriva il centro di Rimini e un po’ vedere il cartello mi rincuora e poi…al 41°km c’e’ Emi che mi aspetta con mezza birra in mano,un miraggio, grande! Peccato che lo stomaco stava ballando la rumba in quel momento e quindi non mi andava giù molto, ma ho molto apprezzato il pensiero! Mi tira per l’ultimo km ( si emi sei tu che mi tiri…) e finalmente vedo l’arrivo e le mie supporter che sono appostate per le foto finali!!!Bello!
E’ finita, bacerei la terra ma penso che non sarei in grado di rialzarmi, meglio andare verso il ristoro e aspettare Massi.
Anche lui arriva sempre accompagnato dal nostro traino Emi, devastato ma felice per averla conclusa! Alla fine una bella birra ghiacciata e una piadina concludono anche questa avventura…che dire? Un mega grazie a miei supporter, dei “Top” come sempre!

Laura


7 commenti:

  1. ....che dire...mi vengono le lacrime agli occhi...le trattengo e faccio un bel sorriso perchè è cosi che si accompagna una maratoneta e un amica nel suo percorso e raggiungimento dell'obbiettivo! Brava Laura e bravi Massi ed Emi a cui sono stati abbonati 8 km di percorso come traino umano!!!

    RispondiElimina
  2. L'amicizia è la competizione più importante a cui partecipare nella vita ..ma voi lo sapete tutti benissimo. Ciaooooo e bravi Laura e Maxxi.

    RispondiElimina
  3. Grandi ragazzi perchè per la maratona di Rimini non contano le gambe ... Malatesta!
    Battutaccia a parte congratulazioni ai maratoneti per la bella avventura e al "leprottone" per il corposo supporto.

    RispondiElimina
  4. ..Un ragazzo, incontrato un giorno per Londra, mi confessò che dopo aver smesso di bucarsi correre è stato per lui "la sostanza più buona sulla piazza"..
    Beh, sono contento di aver trovato gli spacciatori migliori..Grazie,
    a tutti, ora sarà davvero difficile smettere..

    RispondiElimina
  5. Semplicemente " I Fantastici tre ".......manca il quarto .
    Ah eccolo !!! trovato !!!!!...la vostra AMICIZIA
    Complimenti, bravi davvero.

    RispondiElimina
  6. Bel racconto: una storia di amicizia che fa sempre bene sentire .... e i "dolorini" si sentono di meno così .... Emi più efficace della tachipirina !

    RispondiElimina
  7. New Diet Taps into Pioneering Plan to Help Dieters Lose 12-23 Pounds in Just 21 Days!

    RispondiElimina