martedì 20 dicembre 2016

MAI DIRE NON COMPETITIVA: BB CROSS GOLD EDITION 2016 di I.Brignoli


Sveglia a mezzogiorno dopo i bagordi del venerdi sera. Pranzo frugale, la borsa per la gara preparata quasi alla perfezione e partenza in direzione Boffalora in occasione della terza edizione del BB Cross.
Nebbia, fango, chiodate, tanti amici ed una sana dose di ignoranza ci accompagneranno in questo divertentissimo pomeriggio. Organizzazione impeccabile, percorso decisamente duro, presenze "importanti" e pettorale annullano completamente la dicitura "non competitiva" e ad un'ora dalla partenza son già negli spogliatoi a prepararmi... Incrocio Andrea Maltagliati, speaker nonchè principale ideatore e promotore dell'evento: 
- "Vai, vai a farti un giro di fuori, così vedi cosa ti aspetta" - mi rivolge la parola con un misto di esaltazione e di rimpianto nel non poter gareggiare. Non me lo faccio certo ripetere due volte ed in compagnia di un altro podista son subito fuori a curiosare. Quattrocento metri il giro di lancio in pista, poi subito fuori dal centro sportivo in direzione del bosco con un traverso erboso degno di un vero e proprio trail dove incontriamo il Top Runner locale Fabio de Angeli "Go-Promunito" per l'occasione intento a fare il giro di ricognizione. Entriamo nel bosco e qui l'appellativo Gold Edition trova piena giustificazione: fossi, cambi di pendenza da urlo, discese ripide e tortuose, gradinate da risalire e tanti altri motivi di ingaggio per caviglie, ginocchia e polmoni...  I passaggi più impegnativi sono stati addirittura battezzati: si va dalla "Linea di difesa tedesca della seconda guerra mondiale" alla "salida da la rungeda santa" passando per altri diversi appellativi in rigoroso dialetto locale.
Torniamo al campo sportivo dove, oltre ad una nutrita schiera di baracchini (con Giancarlo pure lui Go-Promunito) incontro un sacco di amici che non hanno saputo rinunciare ad un'occasione così ghiotta al costo di soli quattro miseri eurini.
L'atmosfera è quella di quando si era bambini e si andava all'oratorio, con un pizzico di competizione destinato a crescere esponenzialmente  col passare dei minuti: si parte per gioco e si finisce sul serio, per dirla alla Michele Romanini. 
Ore 14.30, lo start rigorosamente a voce e via che si va: Fabio de Angeli al comando spalla a spalla con un gruppetto di ragazzini dalla gamba agile ed il solito Giamma a seguire a ruota (ha già digerito la Maratona in soli sei giorni...)  Seguono la prima donna, un podista dell'atletica San Marco ed io mi accodo cercando di tenere il passo degli ultimi due. Dietro di noi tutti quanti, davvero tanti, considerando data, ora e meteo non del tutto accattivanti.
Giro di lancio, traguardo volante (l'organizzazione ha previsto davvero tutto, bravi!!!!) e dentro a cannone nel bosco: siamo solo a metà gara e mi viene da pensare che quando passo al decimo km in una mezza maratona solitamente sono molto più fresco. 
Nella seconda metà della gara quasi tutti subiscono un drastico calo prestazionale, arrivo all'ultimo tornante praticamente in apnea e chiudo diciassettesimo mantenendo praticamente inalterata la posizione guadagnata nelle prime centinania di metri. 




Abbondante ristoro finale, doccia caldissima, alla borsa preparata "quasi" alla perfezione mancavano mutande e calze di ricambio rendendo Gold Edition pure il rientro a casa in moto, ma va benissimo così!



Appuntamento alla prossima "Non competitiva" con il km obliquo a Capodanno!!!!!

Buone Feste 
Ilario

Altre foto e commenti su:www.antonini-foto.itcorriamotutti2010blog.wordpress.comfotomaxvillani.blogspot.com; enrico-chiappa-photographer... (foto pubblicate sul servizio qui sotto).

2 commenti:

  1. Bravo Ilario gara estrema faticosa ma divertente i Cross in confronto sono un'autostrada

    RispondiElimina
  2. New Diet Taps into Pioneering Plan to Help Dieters Get Rid Of 23 Pounds within Only 21 Days!

    RispondiElimina